Napoli: Presentato il Festival del Giornalismo Giovane

NAPOLI – Presentato questa mattina presso l’Ordine dei Giornalisti della campania il Festival del Giornalismo Giovane, una tre giorni organizzata da Youth Press Italia dedicata alle sfide, alle opportunità e alle proposte delle giovani penne di oggi, nuovi professionisti di domani.

Il Festival, in programma dal 21 al 23 settembre al Palazzo delle Arti di Napoli, rappresenta il primo appuntamento italiano dedicato interamente ai giornalisti under 35 e alle loro esperienze. L’iniziativa rientra nella lunga tradizione dell’European Youth Media Days, annuale appuntamento europeo dedicato ai giovani giornalisti organizzato dal Parlamento Europeo in collaborazione con European Youth Press, rete europea di giovani media makers.

Il Festival del Giornalismo Giovane si attesta come uno degli Youth Employment Projects co-finanziati dall’European Youth Forum per la promozione dell’accesso alla professione a livello nazionale.

«Il nostro Festival – spiega il presidente di Youth Press Italia Simone D’Antoniomira a mettere al centro del dibattito i tanti professionisti del futuro, affrontando le tematiche più sentite da tutti coloro che operano nel settore: dall’accesso alla professione, al racconto dei grandi temi europei e mondiali da parte di giornalisti e fotoreporter italiani e non, fino al ruolo che l’informazione gioca contro il razzismo e le discriminazioniMetteremo in luce le esperienze di chi reagisce all’attuale momento di crisi con creatività e innovazione – continua D’Antonio -, sollevando spunti e interrogativi da rivolgere ad alcuni esponenti affermati del giornalismo che chiameremo a partecipare. Al contempo cercheremo di favorire il confronto con le esperienze più innovative realizzate a livello nazionale ed europeo”.

 

Redazione

Notizie Migranti è un coraggioso esperimento di giornalismo interculturale. Il progetto è dell’associazione di volontariato medico sociale “Jerry Essan Masslo”, in partenariato con Centro Migrantes Campania, Comitato don Peppe Diana e Libera – Caserta che ora cammina sulle proprie gambe grazie al lavoro volontario di alcuni giornalisti che hanno dato vita all’Associazione di Promozione Sociale Migr-Azioni.

Shares