Centro Astalli: A Roma una nuova struttura di accoglienza

ROMA –Rispettare le persone nel bisogno significa aiutarle a riconoscere la propria dignità”. Così p. Giovanni La Manna, presidente del Centro Astalli, ieri mattina all’inaugurazione dei locali ristrutturati del Centro di accoglienza per richiedenti asilo e rifugiati “San Saba” a Roma.

L’iniziativa è stata promossa dalla Fondazione Centro Astalli, nata nel 2000 con l’obiettivo di contribuire a promuovere una cultura dell’accoglienza e della solidarietà, a partire dalla tutela dei diritti umani.

Il Centro San Saba – sottolineano gli organizzatori in una nota – nell’arco del 2011 ha ospitato 60 persone, per lo più giovani al di sotto dei trent’anni (71%) provenienti da Africa e Medio Oriente”.La sua “tradizione di accoglienza” dura da più di 20 anni.

Molto è cambiato – spiegano al Centro Astalli – da quando l’ex cinema parrocchiale ospitava alla meglio i rifugiati sudanesi e curdi che cercavano un riparo per la notte. Oggi il centro può accogliere fino a 34 uomini richiedenti asilo e rifugiati, in convenzione con Roma Capitale, ed è aperto 24 ore al giorno”. “Nel Centro – proseguono – a ciascuno degli ospiti viene proposto un percorso di sostegno verso l’autonomia, orientandoli agli altri servizi dell’associazione”.

Stampa articolo

Redazione

Notizie Migranti è un coraggioso esperimento di giornalismo interculturale. Il progetto nasce nel 2010, in un periodo di razzismo strisciante che impedisce la convivenza civile tra persone di culture diverse si è voluto dare vita ad una informazione, con la presenza in redazione anche di giovani migranti, che affronta il tema immigrazione come risorsa e non come problema, che evita toni sensazionalistici e allarmistici trattando i cittadini stranieri come soggetti e mai come oggetti.