A Termini Imerese “100 libri in 100 panchine”

PALERMO – Oggi i cittadini di Termini Imerese, un paese del palermitano, troveranno in 100 panchine della città un libro, che potranno leggere e lasciarlo sul posto, affinché qualcun altro possa sfogliarlo, o portarselo a casa propria.

È l’iniziativa di SiciliAntica, in collaborazione con i Gre, in occasione della Giornata Mondiale del Libro. L’idea nasce per ricordare la Giornata indetta dall’Unesco che si celebra nel mondo il 23 aprile di ogni anno, data prescelta in omaggio a tre fra i più grandi autori di tutti i tempi, la cui vita si spense proprio in quel giorno del 1616: William Shakespeare, Miguel de Cervantes e l’Inca Garcilaso de la Vega.

La tradizione ha avuto la sua origine in Catalogna dove, il 23 aprile, festa di San Giorgio, viene offerta una rosa per ogni libro venduto. I libri che verranno lasciati sulle panchine, messi a disposizione dall’Isspe, riguardano le torri costiere del regno di Sicilia in età moderna, una guida documentata sul sistema difensivo dell’Isola attivo sin dal viregno spagnolo. In sintonia con la Giornata Mondiale del Libro, l’iniziativa dell’associazione termitana nasce proprio per incoraggiare i cittadini alla lettura e alla frequentazione di librerie, biblioteche e archivi e contemporaneamente far conoscere uno straordinario patrimonio che punteggia con la sua presenza le coste dell’isola.

photo credit: luiginter via photopin cc

Michele Docimo

Aversano (in prestito a Trieste), eterno indeciso: giornalista free lance, comunicatore sociale, fotoreporter, videomaker, copywriter, storyteller, formatore, speaker ed autore radiofonico. Dirige NOTIZIE MIGRANTI [www.ntoziemigranti.it] e CONTRASTOTV [www.contrastotv.it]. E’ presidente di MIGR-AZIONI APS [www.migr-azioni.info]. A sei anni ha imparato a leggere e da allora non ha più smesso. Oggi sta cercando di imparare a scrivere. È convinto che gli africani salveranno gli italiani.

Shares