Estate solidale: Caritas Roma con profughi e migranti

ROMA – Una settimana a Lampedusa o dieci giorni in Turchia, nella seconda metà di luglio, per far vivere ai giovani una esperienza di solidarietà a diretto contatto con immigrati o profughi.

E’ l’iniziativa “Un’estate oltre 2013” proposta dalla Caritas diocesana di Roma a “giovani di età compresa tra i 20 ed i 40 anni”. “Oltre il mare…la speranza” si svolgerà a Lampedusa e farà conoscere direttamente il dramma di chi “in cerca di vita attraversa il mare in condizioni disperate, e sbarca sognando di ricominciare in questa terra.

Una terra di passaggio, prima di essere rimpatriati o inviati altrove. Una presenza che mette in crisi ed interroga una comunità chiamata ad accogliere l’uomo”. I dieci giorni in Turchia, intitolati “Oltre la fuga…l’accoglienza” porteranno i partecipanti a contatto con i profughi in fuga dalla guerra in Siria: “L’accoglienza dei profughi – afferma la Caritas di Roma – chiama all’impegno la Chiesa locale per dare a chi fugge non solo accoglienza, ma opportunità di futuro”.

In ogni contesto è prevista la presenza di piccoli gruppi, accompagnati da operatori o volontari. Gli interessati devono inviare la scheda di partecipazione entro il 20 maggio. E’ previsto un colloquio selettivo ed un percorso di formazione e conoscenza. Le spese di viaggio (compreso visto e assicurazione) saranno a carico dei partecipanti. Vitto ed alloggio sono a carico dell’organizzazione.

 
photo credit: Femto Photography via photopin cc

Redazione

Notizie Migranti è un coraggioso esperimento di giornalismo interculturale. Il progetto è dell’associazione di volontariato medico sociale “Jerry Essan Masslo”, in partenariato con Centro Migrantes Campania, Comitato don Peppe Diana e Libera – Caserta che ora cammina sulle proprie gambe grazie al lavoro volontario di alcuni giornalisti che hanno dato vita all’Associazione di Promozione Sociale Migr-Azioni.

Shares