L’Unhcr incontra il ministro Kienge

ROMA – Laurens Jolles, Delegato dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite (UNHCR) in Italia ha incontrato ieri mattina la Ministra per l’Integrazione Cécile Kyenge.

Durante l’incontro, che si è svolto in un clima cordiale e di dialogo costruttivo, è stata ribadita la necessità di intensificare la collaborazione fra governo e Agenzia dell’ONU su temi condivisi quali l’integrazione dei rifugiati sul territorio italiano, la riduzione dell’apolidia e la lotta al razzismo.

«E’ stato un incontro positivo – ha commentato Jolles – nel corso del quale abbiamo riscontrato disponibilità e convergenza di opinioni da parte del Ministro Kyenge sia sulla situazione dei rifugiati in Italia che sulla necessità di misure che facilitino un percorso di effettiva integrazione sul territorio».

Le politiche per l’integrazione risultano infatti non sempre adeguate a garantire l’inserimento socio economico dei rifugiati con il conseguente aumento, in molte città italiane, di insediamenti spontanei ed occupazioni di edifici abbandonati anche da parte di nuclei familiari con minori.

«Le condizioni di grave emarginazione sociale in cui sono spesso costretti i rifugiati ostacolano la loro piena integrazione sul territorio e una effettiva valorizzazione delle loro competenze, che rappresentano una risorsa per il nostro paese –  ha aggiunto il Delegato dell’UNHCR, Laurens Jolles».

 Jolles ha inoltre auspicato un impegno del Governo italiano per la ratifica della Convenzione del 30 agosto 1961 sulla riduzione dell’apolidia.

«La ratifica italiana faciliterebbe la prevenzione e la riduzione del fenomeno dell’apolidia in Italia, sopratutto per le popolazioni provenienti dalla ex Yugoslavia che in molti casi hanno perso la cittadinanza».

 In chiusura di incontro Jolles ha espresso preoccupazione per il proliferare di episodi di razzismo e xenofobia in Europa e in Italia e ha sottolineato la necessità di affrontare efficacemente il fenomeno.

Su questo tema è stata riscontrata piena convergenza di opinione e l’UNHCR ha espresso la assoluta disponibilità di collaborazione con il Ministero per l’Integrazione.

Michele Docimo

Aversano (in prestito a Trieste), eterno indeciso: giornalista free lance, comunicatore sociale, fotoreporter, videomaker, copywriter, storyteller, formatore, speaker ed autore radiofonico. Dirige NOTIZIE MIGRANTI [www.ntoziemigranti.it] e CONTRASTOTV [www.contrastotv.it]. E’ presidente di MIGR-AZIONI APS [www.migr-azioni.info]. A sei anni ha imparato a leggere e da allora non ha più smesso. Oggi sta cercando di imparare a scrivere. È convinto che gli africani salveranno gli italiani.

Shares