Napoli, Comunità Sant’Egidio: Diploma per 400 migranti

NAPOLI – Sono 400 gli studenti migranti che riceveranno domani il diploma in occasione dell’inaugurazione dell’anno scolastico della Scuola di lingua e cultura italiana della Comunità di Sant’Egidio di Napoli, che si terrà in coincidenza con la Giornata mondiale della scienza per la pace e lo sviluppo patrocinata dall’Unesco.

La Scuola di lingua e cultura italiana della Comunità di Sant’Egidio a Napoli è sorta 23 anni fa, all’indomani della morte di Jerry Masslo, rifugiato sudafricano ucciso a Villa Literno, che era ospitato in una casa di accoglienza di Sant’Egidio a Roma, e che da allora svolge quotidianamente attività di sostegno per l’integrazione degli immigrati.

Dei 400 immigrati diplomati, 330 lo hanno conseguito presso la scuola di Napoli, 20 alla scuola di Caserta, e 50 attraverso i corsi di lingua gemellati con la Scuola della Comunità di Sant’Egidio e che hanno sede a Castel Volturno e a Marigliano.

La Comunità di Sant’Egidio, nella scuola di via San Nicola a Nilo a Napoli, ha organizzato da ottobre 30 corsi gratuiti di lingua italiana, a cui partecipano 800 studenti di 40 nazionalità diverse.

La scuola è aperta tutti i giorni feriali tranne il mercoledì, dalle 16.30 alle 20, e la domenica mattina.

Stampa articolo

Redazione

Notizie Migranti è un coraggioso esperimento di giornalismo interculturale. Il progetto nasce nel 2010, in un periodo di razzismo strisciante che impedisce la convivenza civile tra persone di culture diverse si è voluto dare vita ad una informazione, con la presenza in redazione anche di giovani migranti, che affronta il tema immigrazione come risorsa e non come problema, che evita toni sensazionalistici e allarmistici trattando i cittadini stranieri come soggetti e mai come oggetti.