Sla: Nasce la Cooperativa “Tessitore onlus”

VILLA LITERNO – Fornire assistenza materiale a malati non autosufficienti, dare supporto a persone con disagio psichico, fisico e sociale, formare personale specializzato per assistenza specifica a malati di Sclerosi Laterale Amiotrofica. Questi gli obiettivi principali della neonata Cooperativa Sociale “Antonio Tessitore”, una onlus nata per volontà dell’attuale presidente della sede Aisla Napoli-Caserta, che da nove anni convive con la Sla, e fondata insieme ad altri tre soci: Salvatore GaleoneAmelia SavinelliNicolas Piccolo. La sede legale sarà a Casapesenna mentre la sede operativa a Villa Literno, presso l’abitazione di Tessitore. Per contatti, c’è la posta certificata (tessitoreonlus@legalmail.it).
La cooperativa si pone come obiettivo quello di prestare assistenza ai disabili, come una normale cooperativa, ma più in generale si preoccuperà di sensibilizzare gli addetti ai lavori sul tema legato all’assistenza dei malati di Sla. In corso l’accreditamento presso l’Asl Caserta per la cogestione dei progetti terapeutici riabilitativi individuali (Ptri).
Ci siamo resi conto – spiega Tessitore – che ad oggi non ci sono operatori specializzati a trattare malati di Sla, una malattia molto antica ma ancora poco nota in ambito medico infermieristico, per questo abbiamo pensato a possibilità di formazione specifica per assistenti materiali (Osa), assistenti sanitari (Oss) e operatori per l’infanzia (Opi) , oltre che ai familiari dei malati che, nella maggior parte dei casi, sono i primi soggetti chiamati a prestare assistenza“.

photo credit: Engineering for Change via photopin cc

Stampa articolo

Redazione

Notizie Migranti è un coraggioso esperimento di giornalismo interculturale. Il progetto nasce nel 2010, in un periodo di razzismo strisciante che impedisce la convivenza civile tra persone di culture diverse si è voluto dare vita ad una informazione, con la presenza in redazione anche di giovani migranti, che affronta il tema immigrazione come risorsa e non come problema, che evita toni sensazionalistici e allarmistici trattando i cittadini stranieri come soggetti e mai come oggetti.