Preziosi interpreta Don Diana: “Un compito importante, spero di esserne all’altezza”

CASAL DI PRINCIPE – In occasione del“Don Diana Day”, tappa del Festival dell’Impegno Civile tenutasi, nel giorno del compleanno di Don Peppe Diana, nel Bene confiscato “Casa Don Diana”, è stata presentata la fiction dedicata a Don Peppe Diana che vedremo su Rai 1 in concomitanza del ventennale dall’uccisione del parroco simbolo della lotta alla criminalità organizzata.

In occasione della tappa del Festival, sono intervenuti il regista, Antonio Frazzi, e il produttore Aurora Film, Giannandrea Pecorelli. Nonostante fosse previsto anche un suo intervento, non era presente Alessandro Preziosi poiché impegnato con una produzione televisiva. L’attore napoletano, che nella fiction interpreterà Don Peppe Diana, ha comunque voluto mandare un messaggio, letto durante la tappa del festival, alle persone sensibili delle Terre di Don Peppe Diana. Nel suo messaggio, tra l’altro, Alessandro Preziosi, rivela che in un primo momento è stato preso dall’istinto di rifiutare la proposta di interpretare Don Peppe Diana, ma poi è rimasto colpito dal suo sacerdozio:

Mi dispiace moltissimo non poter essere con voi in questa giornata, ma sono certo che presto avremo l’occasione di incontrarci e conoscerci. Quando mi hanno proposto di interpretare questo ruolo la prima domanda che ho fatto e mi sono fatto è stata “Perchè io?”. Il mio primo istinto è stato quello di rifiutare, è difficile, infatti, per un attore pensare di essere una persona che è vissuta in questi anni il cui ricordo e vivo, la cui figura è un simbolo. Ovviamente è molto più facile per un attore, pensare di interpretare un santo vissuto qualche anno fa, qualche secolo fa, che nessuno ha conosciuto. O dei personaggi la cui fama, la cui immagine pubblica e storica, ha preso il posto di quella reale. Poi poco alla volta sono entrato nella vita di Don Diana, ho capito la sua unicità, la sua forza, la sua dedizione alla parola del Vangelo, in percorso di riflessione che sto seguendo, ovviamente in altre forme, anche personalmente. E sono rimasto molto colpito dal suo sacerdozio, che l’ha portato a compiere il sacrificio supremo della vita per la società dove viveva. È un compito sicuramente importante e spero di esserne all’altezza.

Stampa articolo

Redazione

Notizie Migranti è un coraggioso esperimento di giornalismo interculturale. Il progetto è dell’associazione di volontariato medico sociale “Jerry Essan Masslo”, in partenariato con Centro Migrantes Campania, Comitato don Peppe Diana e Libera – Caserta che ora cammina sulle proprie gambe grazie al lavoro volontario di alcuni giornalisti che hanno dato vita all’Associazione di Promozione Sociale Migr-Azioni.