Val d’Aosta: Un trekking letterario tra le montagne più alte d’Europa

trekkingAOSTA – Le End Edizioni organizzano, per i giorni 28, 29 e 30 luglio, un Trekking letterario tra le montagne più alte d’Europa. Per la precisione all’Ostello La Batise di Bionaz, un piccolo centro in Valpelline, vicino al lago di Place-Moulin, la cui diga è uno degli sbarramenti più grandi d’Europa.

Il trekking letterario sarà un’occasione per leggere e soprattutto scrivere poesie immersi nella natura, per confrontarsi tra persone che nutrono interesse per i libri e amano esprimersi con i versi.

Tre giorni trascorsi in un ostello di montagna a passeggiare, prendere appunti, leggere insieme poesie indimenticabili e poi scrivere e scrivere sono molto di più che un’esperienza originale che consente di “staccare” dai ritmi della quotidianità, sono un modo per guardare a se stessi e al territorio alpino con occhi nuovi.

E non occorre essere poeti provetti, è invece importante amare la poesia e avere voglia di ascoltarla, di inventarla, di scriverla. Per partecipare basta essere appassionato alla poesia e aver voglia di fare brevi escursioni alla scoperta dell’ambiente naturale, insieme a preparatissime guide naturalistiche.

Il Trekking letterario sarà condotto dal poeta e giornalista Giulio Gasperini che si occupa di intercultura e alterità ed è insegnante di italiano a richiedenti asilo e stranieri; è autore, inoltre, di diverse raccolte poetiche e collabora, oltre che con la nostra testata, con Chronicalibri.

Le iscrizioni verranno accolte fino al 15 luglio. Il trekking poetico è previsto per un massimo di 7/8 partecipanti. Sul sito dell’Ostello La Batise è possibile leggere il programma completo e le informazioni per partecipare.

Michele Docimo

Aversano (in prestito a Trieste), eterno indeciso: giornalista free lance, comunicatore sociale, fotoreporter, videomaker, copywriter, storyteller, formatore, speaker ed autore radiofonico. Dirige NOTIZIE MIGRANTI [www.ntoziemigranti.it] e CONTRASTOTV [www.contrastotv.it]. E’ presidente di MIGR-AZIONI APS [www.migr-azioni.info]. A sei anni ha imparato a leggere e da allora non ha più smesso. Oggi sta cercando di imparare a scrivere. È convinto che gli africani salveranno gli italiani.

Shares