UA-93836102-3 Press "Enter" to skip to content

Borsa di studio per studente africano in memoria di monsignor Schettino

CAPUA –  L’infaticabile apostolato, il costante impegno a favore dei bisognosi, l’ascolto dei più poveri, l’amore per i migranti di mons. Bruno Schettino sono stati ricordati ieri pomeriggio durante le esequie del presule nella cattedrale di Capua.

Una cattedrale affollata fino all’inverosimile: uomini, donne, giovani e meno giovani a rendere l’ultimo saluto a mons. Schettino, arcivescovo di Capua e presidente della Commissione Cei per le Migrazione e della Fondazione Migrantes.

Per la Cei era presente anche il vice presidente mons. Angelo Spinillo e per la Migrantes mons. Giancarlo Perego.

Tra i messaggi di cordoglio – ricorda Raffaele Iaria, responsabile Comunicazione della Migrantes – quello di papa Benedetto XVI che ha ricordato “il generoso impegno in favore dei migranti” e del presidente della Conferenza Episcopale Italiana, il card. Angelo Bagnasco che ha ringraziato mons. Schettino per il “prezioso servizio pastorale” espresso come presidente della Commissione per le Migrazioni e della Fondazione Migrantes 

E proprio dalla Fondazione Migrantes, la notizia che “desiderando mantenere vivo il ricordo per l’impegno pastorale per i migranti e i rifugiati del Suo Presidente improvvisamente chiamato alla casa del Padre, conoscendo la Sua particolare cura nei confronti delle persone e popoli dell’Africa, soprattutto lungo il litorale domizio, terra che ha visto e vede la presenza di molti “fratelli africani immigrati “- come li chiamava Mons. Schettino – intende istituire una borsa di studio per uno studente di origine africana in Italia”.

Stampa articolo

Parliamone...

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares