UA-93836102-3 Press "Enter" to skip to content

Cipsi: Appello per una nuova cultura della cooperazione

MILANO –In un mondo sempre più globalizzato, nell’era delle migrazioni e dei mercati, o impariamo a convivere insieme nel migliore dei modi possibili, o il futuro sarà sempre più nero per tutti! Per questo abbiamo bisogno di cooperare e di cooperazione”.

È l’appello delle 40 associazioni di Solidarietà e Cooperazione Cipsi che si inserisce nel dibattito sulla cooperazione internazionale, alla vigilia del Forum di Milano promosso dal ministro Riccardi. “Le barriere geografiche ed economiche sono cadute da decenni – afferma Guido Barbera, presidente Cipsi -; cittadini di tutto il mondo vivono nelle nostre città”.

La cooperazione, perciò, “non è più parte qualificante o integrante solo della politica estera, ma deve indirizzare l’intera politica nazionale e internazionale per garantire la convivenza, la giustizia e la pace sociale tra i popoli”. Per questo “chiediamo una regia politica della cooperazione alla presidenza del Consiglio dei ministri, con un ministro responsabile dell’indirizzo politico della cooperazione, che sia popolare, basato sull’integrazione e sul protagonismo dei cittadini, a partire dai giovani, che sia punto di riferimento coerente all’intera politica nazionale e internazionale del nostro paese, teso al benessere sociale e alla convivenza pacifica, attraverso il lavoro, la giustizia sociale e il rispetto dei diritti umani”.

Stampa articolo

Parliamone...

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares