Haiti: Dilaga la violenza, in 6 mesi rapite 600 personeHaiti: Dilaga la violenza, in 6 mesi rapite 600 persone

Secondo quanto riferisce l’Agenzia Onu per l’infanzia, in molti casi i bambini e le donne sono presi con la forza da gruppi armati e utilizzati per ottenere vantaggi finanziari o tattici. Le vittime che riescono a tornare a casa devono fare i conti con profonde cicatrici fisiche e psicologiche, che possono durare molti anni.

Oltre ai bambini e alle donne che vengono prelevati in strada ed esposti a trauma e stress profondi, le notizie riportate dall’Unicef indicano che “i sistemi sanitari locali sono sull’orlo del collasso e le scuole sono sotto attacco”.

In pratica, l’aumento della violenza, i saccheggi, i blocchi stradali e la presenza pervasiva di gruppi armati ostacolano gravemente gli sforzi umanitari, rendendo difficile la distribuzione degli aiuti tanto necessari alle comunità colpite. Con il passare dei mesi, si aggiunge un crescente strato di paura e complessità a un ambiente già difficile per coloro che forniscono aiuti salvavita. Le Nazioni Unite descrivono una situazione generale catastrofica.

Ad oggi, si stima inoltre che circa 5,2 milioni di persone, quasi la metà dell’intera popolazione del Paese caraibico, abbiano bisogno di assistenza umanitaria, tra cui quasi 3 milioni di bambini.

Per leggere l’articolo originale [clicca qui]

Parliamone...

Di Redazione

Notizie Migranti è un coraggioso esperimento di giornalismo interculturale. Il progetto nasce nel 2010, in un periodo di razzismo strisciante che impedisce la convivenza civile tra persone di culture diverse si è voluto dare vita ad una informazione, con la presenza in redazione anche di giovani migranti, che affronta il tema immigrazione come risorsa e non come problema, che evita toni sensazionalistici e allarmistici trattando i cittadini stranieri come soggetti e mai come oggetti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *