ROMA – Il ministro della Giustizia Carlo Nordio è contrario sia all’istituzione del reato di omicidio sul lavoro che alla creazione di una Procura nazionale specifica, entrambe richieste dai sindacati.

“Abbastanza contrario”. La risposta al Question Time

«In Consiglio dei ministri questo argomento è stato trattato con la prospettazione di introdurre eventuali sanzioni penali personali. Non è stato trattato il principio, al quale sarei anche abbastanza contrario, dell’introduzione di un omicidio sul lavoro, perché abbiamo l’esperienza dell’omicidio stradale: è stata aumentata a dismisura la pena, ma non sono affatto diminuiti, anzi sono aumentati».

NO alla Procura Nazionale

Quanto invece alla creazione di una procura ad hoc per gli incidenti sul lavoro, aggiunge Nordio «esiste una circolare del Consiglio superiore della magistratura che dice che è sufficiente la creazione di gruppi di lavoro specializzati presso le singole procure e io non credo che la creazione di una procura nazionale con compiti universali e nazionali possa essere più efficace», .

Parliamone...

Di Redazione

Notizie Migranti è un coraggioso esperimento di giornalismo interculturale. Il progetto nasce nel 2010, in un periodo di razzismo strisciante che impedisce la convivenza civile tra persone di culture diverse si è voluto dare vita ad una informazione, con la presenza in redazione anche di giovani migranti, che affronta il tema immigrazione come risorsa e non come problema, che evita toni sensazionalistici e allarmistici trattando i cittadini stranieri come soggetti e mai come oggetti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *