Immagine1

Grandi novità per East Journal, testata diretta da Matteo Zola. La redazione sta cercando di costituirsi in associazione, in modo da poter diventare editrice di se stessa e chiedere finanziamenti da enti pubblici o privati.

E poi c’è Most, la nuova rivista quadrimestrale di approfondimento edita da EJ con ben centro pagine di approfondimento e analisi sull’Europa Centro-Orientale. Il primo passo verso la realizzare una rete europea di testate indipendenti che si occupino di Europa orientale, cui ha aderito anche il sito spagnolo Casa Balcanes.

Non a caso Most, in diverse lingue slave, significa “ponte” e vuole essere un collegamento tra l’Italia e ciò che si trova alla sua destra nella cartina geografica.

Most è una rivista esclusivamente elettronica, non esiste una versione cartacea, ma è consultabile on-line, scaricabile in Pdf e in formato sfogliabile sul proprio computer. Per averla e per accedere ai numeri precedenti EJ chiede una donazione di 10€ che aiuterà la redazione a sviluppare meglio il proprio progetto.

Ma perché sostenere Most? Per aiutarla a migliorare di qualità, per rimanere indipendente e per permettergli di sviluppare un nuovo modello di giornalismo partecipato, basato su una convergenza tra lettore e giornale.

Parliamone...

Di Redazione

Notizie Migranti è un coraggioso esperimento di giornalismo interculturale. Il progetto nasce nel 2010, in un periodo di razzismo strisciante che impedisce la convivenza civile tra persone di culture diverse si è voluto dare vita ad una informazione, con la presenza in redazione anche di giovani migranti, che affronta il tema immigrazione come risorsa e non come problema, che evita toni sensazionalistici e allarmistici trattando i cittadini stranieri come soggetti e mai come oggetti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *