UA-93836102-3 Press "Enter" to skip to content

Le Stelle di San Lorenzo

La scia di schiuma si perdeva nell’immensità del buio,il rumore dell’acqua era diventato per tutti un elemento quasi familiare e pregavamo, ognuno implorava il suo Dio nella speranza che il mare restasse calmo e non inghiottisse il piccolo mezzo sgangherato con il quale eravamo partiti.
E non era nemmeno tanto strana la sensazione che si provava per quel suono dello sciabordio dell’acqua che in fondo era l’unica cosa a cui potevamo consegnare le nostre speranze al punto da sembrare che nemmeno ci si accorgesse più della sua costante presenza e del rumore, del vento che la accarezzava e dell’incognito che si nascondeva nel nero del buio profondo in quella notte senza luna.

Stavamo lì in mezzo al mare da giorni e il sale si era cristallizzato sulla nostra pelle che al sole bruciava come se ci avesse appena punta un’ape, forse in tanti di noi ci chiedevamo il perché avessimo scelto quella strada per fuggire, molti si chiederanno anche da cosa e da chi fuggivamo.
Certezze? Nessuna. Possibilità? Poche. Speranza? Tanta.

Continua a leggere… > Scarica GRATIS il racconto
> clicca qui per ricevere il tuo regalo

Stampa articolo
Parliamone...

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares