Appello di medici senza Frontiere per la Repubblica Centrafricana

Tre mesi dopo la presa del potere da parte delle forze Seleka nella Repubblica Centrafricana, il paese è nella morsa di una grave emergenza umanitaria, mentre la comunità internazionale assiste indifferente”: la denuncia è dell’organizzazione medico-umanitaria Medici Senza Frontiere (MSF) che ha diffuso un comunicato.

Dal colpo di stato, la Repubblica Centrafricana è immersa nel caos e tuttora il paese è politicamente instabile – scrive MSF -. Chiamando in causa la mancanza di sicurezza, le agenzie delle Nazioni Unite e numerose organizzazioni non governative si sono ritirate nella capitale, lasciando la maggior parte del paese senza assistenza umanitaria”.

Secondo il rapporto di MSF “La Repubblica Centrafricana abbandonata al proprio destino?”, pubblicato oggi, “la popolazione è stata abbandonata, proprio quando avrebbe invece più bisogno di aiuto”.

MSF nel comunicato lancia un appello alla comunità internazionale – a partire da Nazioni Unite, Unione Europea e Unione Africana – affinché “tengano la Repubblica Centrafricana fra le priorità della propria agenda e sostengano questo fragile paese”.

MSF chiede inoltre alle organizzazioni umanitarie “di mantenere il loro impegno per la Repubblica Centrafricana, nonostante l’attuale situazione politica e l’insicurezza, stanziando risorse adeguate per rispondere alla crisi sanitaria e umanitaria che attanaglia il paese”.

photo credit: Cecilia… via photopin cc

Stampa articolo

Michele Docimo

Aversano (in prestito a Trieste), eterno indeciso: giornalista free lance, comunicatore sociale, fotoreporter, videomaker, copywriter, storyteller, formatore, speaker ed autore radiofonico. Dirige NOTIZIE MIGRANTI [www.ntoziemigranti.it] e CONTRASTOTV [www.contrastotv.it]. E’ presidente di MIGR-AZIONI APS [www.migr-azioni.info]. A sei anni ha imparato a leggere e da allora non ha più smesso. Oggi sta cercando di imparare a scrivere. È convinto che gli africani salveranno gli italiani.