Press "Enter" to skip to content

#scattaINversi. La poesia in una foto


#scattaINversi è la novità di questa sesta edizione del Premio Internazionale di Poesia “I Versi non Scritti”® .

Per poter partecipare a questa sezione del Premio i partecipanti dovranno tradurre in immagini fotografiche uno dei testi in elenco. Ogni singolo tema intende stimolare i partecipanti a rappresentare nelle loro fotografie il legame tra l’immagine catturata e ciò che essa comunica verbalmente. Vuole spingere i fotografi ad amplificare il legame tra immagine e testo, tra visto e parlato.

Una giuria tecnica di altissimo profilo: presieduta dal fotografo di terza generazione Augusto di Meo,(testimone oculare dell’assassinio di don Peppe Diana ed Ufficiale della Repubblica Italiana) e composta dal fotoreporter Mauro Pagnano e dal docente di linguaggi multimediali Giovanni D’Errico  valuterà gli elaborati dei partecipanti.

Questi di seguito sono i brani da tradurre in scatti:

BRANO A) Tema: Migranti, persone come noi. Nessuno dica “non mi riguarda”.

[…] Quando vedi la meta ubriaco di sale, sai che il viaggio più duro deve ancora iniziare. Questo la vita ti ha dato, un paio di scarpe, una manciata di sabbia e pochi lampi nel cuore. […]

Tratto dalla poesia “Terra di mare” p.65 (Luciano Giovannini, da “La morna del gabbiano ferito e altri cantiDaimon Edizioni-L’Aquila 2021)

Le immagini che ritraggono le migrazioni mostrano spesso solo una parte della realtà: persone vulnerabili, portatori di bisogni e di conflittualità. Il tema “Migranti” è un appello all’importanza di raccontare la realtà restituendo ruolo, significato e peso a ciò che ci circonda, ritornando al concetto di attenzione alla persona umana, con la propria storia, la propria individualità, le sfide da affrontare nella propria ricerca di un posto nel mondo.

BRANO B) Tema: Sete di verità, fame di giustizia.

[…] Finalmente ho compreso, mia tenera Ofelia che giustizia non s’ottiene con spada o con coppa di amaro veleno giustizia si ottiene vivendo e vivendo si sconta la pena. […]

Tratto dalla poesia “Ofelia sapessi il dolore” p.67 (Luciano Giovannini, da “La morna del gabbiano ferito e altri cantiDaimon Edizioni-L’Aquila 2021)

Obiettivo Giustizia, con uno scatto racconta una storia, condividi una sensazione, immortala un momento particolare o curioso, svolgi una critica, esprimi un’opinione sul mondo giustizia.

BRANO C) Tema: Il bianco, il nero. Conflitti di colore.

[…] Anche la luce mutilata della luna in questo martirio d’ombre s’oscura come per dar anestetizzata requie alla sorda coscienza del mondo che distrattamente si risveglia ogni mattino senza che nel cuore faccia più rumore nemmeno il pianto d‘un bambino. […]

Tratto dalla poesia “Non fa rumore il pianto d’un bambino” p.51 (Laura Vargiu da “Non fa rumore il pianto d’un bambinoEdizioni Migr-Azioni– Teverola 2020)

I bianchi e i neri non sono andati mai d’accordo. Il nero è l’assenza di colore. Il bianco è il mix di tutti i colori, li comprende tutti, con tutti si fonde. Lo spirito e la materia. Il primo che vola alto, il secondo che sprofonda nel basso. Ma sono stereotipi utili solo a confondere le coscienze! Finte verità che hanno dato vita da sempre a conflitti cruenti e inenarrabili. Spesso i colori hanno acquisito sfumature diverse, si sono interscambiati tra loro. Ma la crudeltà è rimasta invariata, nascosta da motivazioni diverse. Non ci sarebbe stata la lotta tra Guelfi e Ghibellini senza i colori, né ci sarebbero state le crociate, né la Guerra di Secessione, né il terrorismo distruttivo dell’Isis, né il conflitto dimenticato dello Yemen. Non ci sarebbe mai stato l’apartheid in Africa, la shoah in Europa, un vero sterminio di massa. Spesso il colore è stato sostituito da appellativi diversi, come ebreo, negro, infedele.

Ulteriori informazioni per poter partecipare al concorso:

  • Le immagini possono essere in bianco/nero e/o colori.
  • Ogni autore può partecipare con un massimo di 8 foto.
  • Ogni autore può scegliere uno o più brani tra quelli elencati, riferendo ad essi una o più fotografie delle 8 disponibili.
  • Ogni autore può accompagnare il proprio lavoro fotografico con un testo di presentazione nell’apposito spazio del modulo di adesione.
  • Per quanto concerne la post-produzione, è ammesso un moderato uso del ritocco: livelli, curve, saturazione e contrasto. La giuria non prenderà in considerazione, a suo insindacabile giudizio, opere che siano il risultato di eccessive operazioni di computergrafica.

#scattaINversi e il Premio Internazionale di Poesia “I versi non scritti”, lo ricordiamo, sono organizzati dall’Organizzazione di Volontariato “Si Teverola Odv” – Teverola e sostenuto moralmente dalla Regione Campania, Provincia di Caserta, Comune di Teverola, Istituto Comprensivo “G.Ungaretti” – Teverola, e gode della collaborazione esterna dell’Associazione Migr-Azioni Aps – Teverola, oltre a diversi partner tecnici.

Il bando completo del concorso è disponibile sul sito web www.migr-azioni.info/net/citytelling, dove chi vuole partecipare, può trovare tutte le informazioni e il form per iscriversi. La partecipazione è completamente GRATUITA.

Scadenza ultima per l’invio degli elaborati è il 26 giugno 2022, ore 23.59.

Parliamone...

Be First to Comment

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *