Gianni Solino: «Jerry Masslo come don Peppe Diana»

VILLA LITERNO – «Jerry Masslo è diventato uno dei simboli del riscatto della nostra terra. Lo dobbiamo dire senza alcuna remora. Così Come don Peppe Diana. Io affianco queste due figure anche se molto diverse per tematica, cultura e provenienza ma entrambe hanno dato linfa e forza a movimenti di lotta da una parte per l’integrazione, il riscatto degli immigrati: la liberazione perché è di questo che si tratta. Dall’altra don Peppe Diana per la liberazione delle nostre terre dal dominio della camorra. Queste due figure, messe insieme, costituiscono non voglio dire la ricetta per i nostri movimenti però  costituiscono una forza straordinaria per il movimento di liberazione delle nostre terre. Contro la camorra, contro gli sfruttatori della manodopera clandestina degli immigrati  perchè questi nostri fratelli possano vivere con noi finalmente in pace ed in serenità».

Stampa articolo

Michele Docimo

Aversano (in prestito a Trieste), eterno indeciso: giornalista free lance, comunicatore sociale, fotoreporter, videomaker, copywriter, storyteller, formatore, speaker ed autore radiofonico. Dirige NOTIZIE MIGRANTI [www.ntoziemigranti.it] e CONTRASTOTV [www.contrastotv.it]. E’ presidente di MIGR-AZIONI APS [www.migr-azioni.info]. A sei anni ha imparato a leggere e da allora non ha più smesso. Oggi sta cercando di imparare a scrivere. È convinto che gli africani salveranno gli italiani.