Toni Capuozzo a DiVini Libri

Toni Capuozzo Toni Capuozzo a DiVini Libri

VIETRI SUL MARE – Venerdì 17 novembre alle ore 18:30, presso la Sala Consiliare di Vietri sul Mare, ci sarà la seconda presentazione prevista nel calendario della 6^ Edizione “DiVini Libri Chiacchierata con l’Autore”. La kermesse organizzata da Migr-Azioni ETS ospiterà il giornalista, scrittore e conduttore televisivo Toni Capuozzo che presenterà il suo ultimo libro “Nessuno più canta per strada”, edito da Edizioni Biblioteca dell’immagine.

Ad introdurre l’autore sarà il giornalista Francesco Grillo, co-organizzatore della rassegna letteraria insieme a Raffaele Agresti mentre la giornalista Rossella Graziuso avrà il compito di moderare l’incontro. In apertura i saluti del Sindaco di Vietri sul Mare Giovanni De Simone e di Ciro Bello, produttore vinicolo che illustrerà le caratteristiche del suo vino Manumea un primitivo della Cantina Bello. Le letture saranno invece affidate all’attore Raffaele Sansone.

L’Autore

Toni Capuozzo è nato a Palmanova (UD) alla fine del 1948, da madre triestina e padre napoletano. E’ vincitore di diversi premi letterari e giornalistici, tra cui il Saint Vincent, l’Ilaria Alpi, il Flaiano, il Max David, il Premiolino, l’Hemingway. È autore di numerosi libri.

il Libro

Ah no, non è nostalgia. Quella l’ho provata quando non dovevo, ed ero un ragazzo. Nostalgia di posti dove non ero mai stato per davvero, che uscivano da libri per l’infanzia…
Stavo crescendo in una cittadina piatta, e senza magia, e gliela costruivo attorno a dettagli che sbiadivano ogni giorno un po’ come vecchie cartoline. Non c’era più il cortile del cesso alla turca.

Poi al cinema avevano tolto la televione dal palcoscenico. Al bar Rio non arrivavano più i militari americani. E con loro se n’era andato il primo juke box…Era un mondo semplice, quell’Italia, che non sapeva di essere sul punto di diventare passato per sempre .

E così sono arrivati gli anni Ottanta. Trent’anni dopo, quando si è smesso di cantare, senza che lo avessimo deciso o ci fosse stato stato imposto, è riuscito naturale. No, non sono uno che disprezzi il presente, o vagheggi un passato più felice di quanto apparisse allora, in corso d’opera. Non mi ostino a fermare il tempo.

Solo mi chiedo il perché del silenzio di quei canti randagi. Non è stata la radio a farli zittire, c’era anche allora, e usciva dalle case come un profumo di cucina.
Non è stata la prepotenza dei canti collettivi, in una gita in pullman, in un corteo politico. Sono cori attutiti anche quelli, adesso. Non sono state le cuffiette dello smartphone e neppure il Karaoke. Le piccole città e le città grandi, e tutta l’Italia, a un certo punto ha semplicemente smesso di cantare, imbambolata.

i partner

Partner dell’evento: RCS75, Convergenze SpA Società Benefit, L’Ora, Pro Loco Vietri sul Mare, Associazione Strutture ExtraAlberghiere Vivere Vietri sul Mare, Associazione Italiana Biblioteche sez. Campania, CampaCultura e 2RentCar.

Parliamone...