UA-93836102-3 Press "Enter" to skip to content

San Giorgio la Molara, fotografia dal passato al presente

Sabato 14 dicembre, al chiostro dell’ex Convento dei Domenicani di San Giorgio la Molara, è stata inaugurata la mostra fotografica “San Giorgio la Molara: Dal passato al presente. La sua storia attraverso la fotografia“, organizzata dall’Accademia di Fotografia “Julia Margaret Cameron” di Benevento, curata da Maurizio Iazeolla per la direzione artistica di Angelo Orsillo e l’organizzazione fotografica di Tommaso Paradiso e Davide Vella.

La mostra si presenta come un percorso nel tempo, narrato da fotografie antiche e contemporanee, che ritraggono luoghi e personaggi di San Giorgio la Molara, puntando a narrare l’anima di questa comunità, che si trova sul fiume Tammaro, lungo il Regio-Tratturo, l’antica via della transumanza, sulla dorsale appenninica tra Campania, Abruzzo e Molise.

Un paese che che nonostante ha visto dimezzata la popolazione dagli anni ‘60, oggi si distingue per un’eccellente produzione gastronomica, la pregiatissima carne marchigiana ne è un esempio, e sta cercando la strada per uno sviluppo turistico-culturale, di cui questa mostra è un momento significativo.

Il percorso iconico parte dagli anni ‘20 con le preziose immagini di Niccolò Umberto Ciletti, artista originario di S. Giorgio La Molara, attivo a Napoli dal 1900 al 1932 ed a Benevento dal 1932 fino alla morte (1967). Conosciuto come eccellente pittore di scuola napoletana, era anche fotografo e le sue opere sono conservate in molte collezioni private e pubbliche.

Le immagini di Ermanno Iazeolla, testimoniano il disastroso terremoto del 1962 e gli scatti di Alessandro Iazeolla i critici anni 80, mentre la contemporaneità è ripresa dalla sensibilità e dalla perizia degli Allievi e Collaboratori dell’Accademia.

L’esposizione vuole essere un primo mattone di progetto più ambizioso, rendere San Giorgio la Molara un centro di cultura fotografica, partendo dal recupero e l’archiviazione digitale dell’enorme quantità d’immagini in possesso dei sangiorgesi, creando degli appuntamenti espositivi periodici e dei momenti di formazione, col coinvolgimento d’importanti personaggi dell’arte fotografica italiana e di associazioni di rilievo nazionale.
La mostra sarà visitabile gratuitamente il sabato e la domenica per tutto il periodo natalizio.

Giovanni D’Errico
photo credit: Giovanni D’Errico

Stampa articolo
Parliamone...

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares